A.A.A. Smarrito berretto bordeaux

Una mattina ti svegli, e t’accorgi che qualcosa manca. Ti guardi in giro, guardi a destra, a sinistra, poi sotto il letto. Niente, qualcosa manca. In verità non è proprio così. Nella vita non funziona così. Non è che uno si sveglia e puff! Le cose che avevi non ci sono più. Per perdere qualcosa … Continua a leggere A.A.A. Smarrito berretto bordeaux

Passami una banconota che mi ci masturbo

Ultimamente non mi sto masturbando, e mi manca. Sto scopando troppo, probabilmente dipenderà da questo. Mi pare strano anche dirlo che sto scopando troppo, ascolta il suono che fanno alcune parole che dici e dimmi che effetto ti fanno. Strano, vero? Sai, è proprio in momenti del genere, quando mi manca, quando scopo spesso, che … Continua a leggere Passami una banconota che mi ci masturbo

Voglio andare in Africa e bere una bottiglia d’acqua della Ferragni di fronte a un bambino che muore di sete

È la prima volta che scrivo in un bar, non credo lo rifarò. Ho sempre pensato che scrivere in luoghi pubblici sia solo un modo come un altro per darsi delle arie e lo confermo. Chi vuole darsi delle arie ha solo bisogno d’aria. Li sento respirare, ti sento respirare. Ho ordinato la solita bottiglia … Continua a leggere Voglio andare in Africa e bere una bottiglia d’acqua della Ferragni di fronte a un bambino che muore di sete

Al funerale di Mozart c’era solo un cane

Mi piacciono le leggende perché hanno sempre un fondo di verità come le bugie. Nelle metropoli si vive di questo, leggende e bugie, la verità sta noi cercarla. La verità è di libera interpretazione come l’arte contemporanea. Guarda sempre il mondo da un'altra prospettiva. Prima di iniziare a scrivere ho messo in sottofondo “Requiem” di … Continua a leggere Al funerale di Mozart c’era solo un cane