Donna, sei il mio oggetto preferito

Non sono un uomo fedele, lo sono stato, ma adesso non più. “Nulla è più come prima”, vorrei tatuarmi questa frase addosso, me l’hai detta tu, ce la siamo detta insieme. Mano nella mano, guardandoci negli occhi “nulla è più come prima”. Ricordi com’era prima? Amo le donne, amo follemente le donne, ogni parola la … Continua a leggere Donna, sei il mio oggetto preferito

Mario Adinolfi morirà di AIDS

Lo ammetto, fino all’ultimo secondo sono stato indeciso sul titolo,  “Mario Adinolfi è un terrapiattista” , così volevo intitolarlo. Ultimamente va di moda questa stronzata della Terra piatta, ultimamente va di moda rendere puttanate mainstream. Sarebbe stato un titolo ironico, e si sa’ l’ironia è come il sesso, attira.  Attira l’attenzione chi brilla. Essì, sarebbe … Continua a leggere Mario Adinolfi morirà di AIDS

Passami una banconota che mi ci masturbo

Ultimamente non mi sto masturbando, e mi manca. Sto scopando troppo, probabilmente dipenderà da questo. Mi pare strano anche dirlo che sto scopando troppo, ascolta il suono che fanno alcune parole che dici e dimmi che effetto ti fanno. Strano, vero? Sai, è proprio in momenti del genere, quando mi manca, quando scopo spesso, che … Continua a leggere Passami una banconota che mi ci masturbo

Voglio andare in Africa e bere una bottiglia d’acqua della Ferragni di fronte a un bambino che muore di sete

È la prima volta che scrivo in un bar, non credo lo rifarò. Ho sempre pensato che scrivere in luoghi pubblici sia solo un modo come un altro per darsi delle arie e lo confermo. Chi vuole darsi delle arie ha solo bisogno d’aria. Li sento respirare, ti sento respirare. Ho ordinato la solita bottiglia … Continua a leggere Voglio andare in Africa e bere una bottiglia d’acqua della Ferragni di fronte a un bambino che muore di sete